luogo di incontro per Varese

IN PROGRAMMAZIONE

Set
24
dom
CONFERENZA “ Shiatsu, Ambiente e Salute “
Set 24@8:45 pm–10:30 pm

Domenica 24 settembre 2017 – ore 20,45 Varese Teatro Santuccio

La scelta di questo tema per la “Settimana Nazionale dello Shiatsu 2017” vuol essere la dimostrazione di come lo Shiatsu sia una disciplina che, per quanto affondi le proprie origini in tempi antichi, è straordinariamente al passo con i tempi.

Ormai sono ben noti gli effetti nocivi che l’inquinamento produce sull’organismo umano. Le relazioni che intercorrono fra la salute dell’uomo e gli elementi che costituiscono il suo ambiente di vita, erano già ben note nelle antiche civiltà e medicine come la Medicina Tradizionale Cinese.

In questa ottica si sta affermando sempre di più il concetto che, per raggiungere il vero benessere psicofisico, sono di fondamentale importanza comportamenti e stili di vita maggiormente consapevoli e responsabili: dall’alimentazione, al modo di sfruttare energie e risorse ambientali, fino a quello di prendersi cura di sé.

Lo Shiatsu è una disciplina che si occupa dell’educazione  alla salute stimolando un riequilibrio che interessa simultaneamente sia il corpo fisico sia gli aspetti psichici ed emozionali. E quindi favorisce lo sviluppo di un nuovo atteggiamento mentale e di uno stile di vita capace di preservare e stimolare un nutrimento profondo di tutto l’essere umano, e un’armonica relazione con l’ambiente circostante.

Shiatsu è una parola giapponese composta da “shi-dita” e “atsu-pressione”:  significa quindi “pressione con le dita”.

Sono proprio il pollice e le mani lo strumento con cui lo shiatsuka stimola la circolazione energetica del corpo migliorando così il    ben-essere  psico-fisico.

Tra le scuole accreditate FISieo, a Varese opera, da 15 anni, l’ Associazione Culturale HAKUSHA Centro Studi Shiatsu e Moxa occupandosi della divulgazione dello Shiatsu  e come Scuola della formazione di operatori Shiatsu.

Ott
8
dom
Inaugurazione mostra fotografica – L’OCCHIO DEL GAIJIN
Ott 8@7:00 pm–10:00 pm

L’OCCHIO DEL GAIJIN

Racconto fotografico di due forestieri in Giappone

Autori: Fabio Bottinelli e Valeria Genduso

Una mostra fotografica che è un tentativo (ardito) di immergersi nella cultura del Sol Levante: amata e discussa, elegante e controversa, capace di ammaliare e di stupire. Il Giappone sa essere così distante dai nostri schemi, così lontano dalle nostre consuetudini. E’ una cultura dell’incontro, ma anche della distanza. Di regole rigide e di morbide linee. Della tradizione e della modernità. Di splendidi kimono e di mode strampalate. Del conformismo e della trasgressione. Una civiltà sempre in bilico tra estremi, ma che ha saputo trovare un suo delicato equilibrio. Da qui nasce la sua fragile bellezza.

Un racconto fatto di immagini ma anche di parole. Alle fotografie si accostano frasi, frammenti, pensieri, emozioni e impressioni di due “gaijin”, due “stranieri in terra straniera”. Viaggiatori da sempre, spinti dal desiderio vivo di vedere, conoscere e capire, frapponendo tra sé e ciò che li circonda l’obiettivo della propria macchina fotografica.

La magia di “catturare” e portare a casa un angolo di mondo. La voglia di condividerlo con altre persone. Questo ha spinto gli autori dell’evento a “mostrarsi”, come dice il termine, al grande pubblico.

L’esposizione è divisa in due parti: fotografie a colori, che hanno l’intento di raccontare, divulgare, spiegare, approfondire; quando invece il colore manca, nasce il bianco e nero: è ora di lasciare spazio alle emozioni. Le parole si diradano, è il momento del sentire.

Così recita un famoso detto giapponese: “Junin toiro” [dieci persone, dieci colori], espressione perfetta di unicità e peculiarità: come non esiste un individuo uguale ad un altro, non esiste nemmeno una cultura uguale ad un’altra. Sta a noi decidere di immergerci nei suoi colori.

LE RASSEGNE

ATTIVITA’ FORMATIVE

I SERVIZI

SPAZIO PER LE ASSOCIAZIONI

Se la vostra associazione ha bisogno di uno spazio attrezzato per un evento il Tetro Santuccio è il luogo ideale per conferenze, spettacoli e workshop.

Basta spedire un email a info@teatrosantuccio.it

FORMAZIONE TEATRALE

Il Tetro Santuccio è sede di alcune  delle più accreditate scuole di formazione teatrale del territorio.

I percorsi formativi sono molto vari comprendendo la formazione sia per adulti che per i più piccoli.

FORMAZIONE MUSICALE

Nella parte sovrastante il teatro ha sede L’accademia Vocale solevoci, un’istituzione a varese per quello che concerne la musica corale e la voce in genere , nella sala del teatro ha anche sede l’accademia musicale Alfred Cortot e la scuola di arpa celtica.

I NOSTRI PARTNER